Come una studentessa è ispirazione per il mondo

Non è comune trovare un’attivista adolescente che cerca concretamente di combattere i cambiamenti climatici. Ma oggi, alla COP24, abbiamo incontrato Greta Thunberg, una studentessa svedese di 14 anni che ogni venerdì protesta da sola davanti al Parlamento a Stoccolma. L’obiettivo di questa azione è di spingere i leader politici a rispettare i limiti di emissione […] Continua a leggere

Elezioni in Brasile: il disastro Bolsonaro

Le recenti dichiarazioni del parlamentare e candidato Presidente di estrema destra Jair Bolsanaro hanno precipitato le elezioni presidenziali brasiliane nel caos più completo, poiché hanno chiarito quanto deplorevole sia la sua visione del mondo e quanto anti-ambientalista sia la sua agenda politica. Il populista ultra-conservatore rappresenta una grossa minaccia agli obiettivi del Brasile nella lotta […] Continua a leggere

L’Ashaninka Marishöri e la sua Alleanza per difendere Madre Natura

Marishöri Najashi Samaniego Pascual ha il privilegio di venire da una cultura, quella Ashaninka, in cui il rispetto per l’ecosistema terrestre e la necessità di vivere in armonia con esso sono ancora valori fondamentali. La giovane indigena amazzonica ha trasformato il suo bagaglio etico in azione, partecipando a diverse iniziative di carattere ecologista. Marishöri evoca […] Continua a leggere

Accordo sul Clima: Avanti ma lentamente

Cala il sipario sulla Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (nota anche come COP 23), tenutasi a Bonn dal 6 al 17 Novembre sotto la Presidenza delle isole Fiji. Da questo appuntamento non erano attesi risultati puntuali, ma un progresso sostanziale sulle linee guida che renderanno operativo l’Accordo di Parigi post 2020 e che […] Continua a leggere

Changing Mind Not the Climate

L’educazione è un vettore chiave per preparare le società ai cambiamenti globali. È uno strumento fondamentale per orientare il presente e trasformare il futuro creando le premesse necessarie per l’inclusione sociale e la giustizia, oltre che per la salvaguardia dell’ambiente, del clima e dei sistemi ecologici dai quali dipendiamo. L’educazione svolge un ruolo di primaria importanza […] Continua a leggere

Un mondo a +4°C

Se l’obiettivo dell’Accordo di Parigi è mantenere il riscaldamento globale entro 2°C a fine secolo rispetto all’era preindustriale, cosa potrebbe succedere in un mondo a +4°C?    A questa domanda si è cercato di rispondere con il progetto HELIX (High-End cLimate Impacts and eXtremes) i cui risultati sono stati presentati alla COP23 e a cui […] Continua a leggere

2020: ultima chiamata?

Se le emissioni globali di CO2 dovessero continuare a salire dopo il 2020 o anche solo rimanere stazionarie gli impegni presi con l’Accordo di Parigi diverrebbero irraggiungibili. Occorre quindi un punto di svolta rapido e urgente. Di questo hanno discusso Cristina Figueres (Mission 2020), J.Rockström (Direttore dello Stockholm Resilience Centre), K. Anderson (Uppsala University), H.J. Schellnhuber […] Continua a leggere

I movimenti sociali rurali criticano l’Accordo di Parigi

“L’ Accordo di Parigi si basa sulla mercificazione della natura tramite i mercati di carbonio e non ha effetto vincolante”, afferma il rappresentante dell’Organizzazione Internazionale Via Campesina, il primo giorno della 23ª Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP23) a Bonn, in Germania. Dal 6 al 17 novembre la COP23 radunerà nella vecchia capitale […] Continua a leggere

Talanoa: dalle parole alle azioni

La Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (nota anche come COP 23) si è aperta oggi a Bonn, piccola città nel nord-ovest della Germania famosa per il suo passato di capitale tedesca durante guerra fredda e per aver dato i natali a Beethoven. Per la prima volta nella storia, la Conferenza è presieduta da […] Continua a leggere