Il Degrado Dei Ghiacciai: Ultima Chiamata Per Evitare Rischi Incalcolabili?

La perdita dei ghiacciai marini e terrestri così come il degrado del permafrost (suolo ghiacciato da almeno 2 anni) rischia di innescare meccanismi irreversibili e non più controllabili se non si ferma il riscaldamento globale in atto. Forte e chiaro l’appello degli esperti della comunità scientifica riunita attorno all’International Cryosphere Initiative durante la COP21 a […] Continua a leggere

Chat Con L’industria Lobbista: L’altro Lato Della Negoziazione

Come si svolge un negoziato sul clima? Da una parte, ci sono i governi che provano (senza successo) a creare un documento congiunto che possa determinare come ridurre al massimo gli impatti che saranno causati dai cambiamenti climatici; dall’altra, ci sono vari rappresentanti della società civile che difendono le loro idee ed il loro operato per assicurare che l’accordo sia conveniente per loro. Tuttavia, nel mezzo di questo coacervo chiamato “società Continua a leggere

Tecnologia e finanza: le chiavi per il successo della COP21

Vicepresidente del terzo gruppo di lavoro dell’IPCC (Intergovernamental Panel on Climate Change). Non serve forse altro per presentare Carlo Carraro, economista e accademico italiano che abbiamo incontrato alla Conferenza ONU sul Clima (COP21) e al quale abbiamo chiesto alcune impressioni su questi ultimi giorni di negoziati. Come stanno andando i negoziati, che clima si respira? […] Continua a leggere

I giovani chiedono di partecipare attivamente ai processi decisionali dell’UNFCCC

Il quarto giorno della COP21 ha visto come protagonisti i giovani. La “Giornata dei giovani e delle future generazioni” è stata organizzata da YOUNGO, la sezione giovanile no-profit dell’UNFCCC, dalle Nazioni Unite e dal Secretariato dell’UNFCCC. Durante la giornata si sono alternati una serie di eventi paralleli alle negoziazioni e incontri ad hoc in cui […] Continua a leggere

L’Europa dei “no borders” sfida l’Europa Fortezza

Quel “Welcome” spruzzato con la bomboletta sul cartello Republik Österreich (Repubblica d’Austria) sul muro della vecchia dogana è il segno forse più rappresentativo della manifestazione “No Borders” dello scorso 3 aprile che ha avuto come scenario le montagne del valico di frontiera fra l’Italia e l’Austria. È qui, a milletrecento metri di altezza, nel passo […] Continua a leggere