COP22 parla un nuovo linguaggio: quello delle azioni reali

Patricia Espinosa, il nuovo segretario della UNFCCC (Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici), e Salaheddine Mezouar, Presidente della COP22, hanno coordinato una conversazione con i giovani questa mattina. L’idea dell’incontro è stata quella di ascoltare i giovani e fornire una breve sintesi dei negoziati a Marrakech.
Espinosa, che ha assunto il suo ruolo a metà di quest’anno, è stata positiva e ha chiesto pazienza. “Non possiamo aspettare che l’intera mappa sia pronta qui”, ha detto il segretario dell’UNFCCC. Ma ha assicurato che il focus della conferenza di Marrakech è quello di trovare i modi migliori per facilitare l’attuazione dell’accordo di Parigi. Espinosa ha anche aggiunto che la prossima settimana, con la presenza del re del Marocco, Mohammed VI, si prevede di raggiungere i 150 firmatari dell’accordo creato l’anno scorso durante la COP21 a Parigi.
Mezouar ha usato il suo discorso per sottolineare che Marrakech è anche la COP della finanza. Più che fissare gli impegni per il Fondo Verde per il Clima (GCF è l’acronimo in inglese), ha dichiarato: “Vogliamo la regolamentazione dei mercati.” Il presidente ha anche chiarito che la sua missione in questa COP è di “portare azioni reali per aspettative reali”. “A Marrakech adottiamo un nuovo linguaggio: il linguaggio delle azioni reali”.

Post correlato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *