Being India for a day

Vi è un antico detto indiano che recita: “Prima di poter capire o giudicare una persona bisogna camminare tre lune con le sue scarpe”. E questo è proprio ciò che abbiamo provato nel workshop “World Climate Simulation of Climate Negotiations”, durante il primo giorno della Conferenza Internazionale dei Giovani sui Cambiamenti Climatici, la COY12, che si tiene a Marrakech.
Avete mai pensato come sia ragionare come un capo di Stato indiano? Oppure quanto possa essere stimolante mettere d’accordo paesi in via di sviluppo e paesi già industrializzati? Beh, noi ci abbiamo provato.
In questa attività ci siamo divisi in diversi gruppi composti da persone di diversa nazionalità, con il compito di rappresentare una nazione (USA, Cinane India) o un insieme di Stati (UE, paesi in via di sviluppo, paesi industrializzati) durante una simulazione della COP22, che si propone di decidere come mantenere la temperatura globale al di sotto dei +2°C. Dopo che ogni Stato ha formulato le proprie “ambiziose”proposte riguardo ai fattori* che incidono sull’emissione di CO2, abbiamo verificato per mezzo di un simulatore quello a cui queste scelte avrebbero portato nell’arco di cent’anni. Con stupore abbiamo constatato che i nostri propositi non bastavano per evitare l’innalzamento della temperatura. La seconda parte dei “negoziati”, invece, ha chiesto ai singoli Stati, ovvero noi, di condividere le proprie decisioni e trovare dei compromessi per raggiungere l’obiettivo prefissato.
È stato frustrante osservare come degli sforzi che sembravano “grandi” fossero in realtà minimi nel contesto globale. La cosa che più ci ha fatto riflettere è la necessità di agire subito: affermiamo ciò non per concludere con le solite “frasi fatte”, ma perché la simulazione ci ha fatto davvero capire che protrarre nel tempo le decisioni che dobbiamo prendere ora, impedirà di poter realmente cambiare le cose.
* I fattori che incidono sull’emissione di CO2 sono: l’anno previsto di massima emissione di CO2, l’anno di inizio di decrescita dell’emissione, il tasso di riduzione annuale di emissione, il tasso di deforestazione, il tasso di afforestamento e i fondi stanziati o richiesti dalle Parti.

Post correlato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *